AZZURRO
BIANCO NERO
VERDE
ROSA
VIOLA
ARANCIONE
BIANCO
ROSSO

 

 

 

La razza è nata a Terranova da cani indigeni dell’isola, ed il grande cane nero da orso introdotto dai Vichinghi dopo l'anno 1100. Con l’avvento dei pescatori europei, una varietà di nuove razze aiutò a dare forma ed a rinvigorire la razza, ma le caratteristiche essenziali rimasero.  Quando la colonizzazione dell’isola iniziò, nel 1583, il Cane di Terranova era già largamente in possesso della propria morfologia e del carattere naturale. Tra il XVIII ed il XIX secolo esisteva tra le isole canadesi del nord-atlantico una razza denominata Cane di St. John, utilizzata dai pescatori per il recupero delle reti e per il salvataggio in acqua, ma anche dai cacciatori per il riporto. Da questi cani si ritiene siano partite le selezioni del Cane di Terranova.
Il terranova si mostrò da subito molto versatile: la sua forza e resistenza alle grandi fatiche, la dimestichezza con l'acqua e il suo istinto per il salvataggio ne fecero l'amico ideale per i navigatori del tempo. I navigatori dell'epoca infatti erano soliti portarsi nei loro viaggi un cane di Terranova, irrinunciabile in situazioni di recupero dell'uomo a mare. Solo il cane sapeva buttarsi tempestivamente in acqua, portare una cima e trarre in salvo il naufrago in brevissimo tempo

 

 

Secondo gli standard FCI
L’altezza  è di 71 cm circa per i maschi e 66 cm circa per le femmine ed il peso  va dai 50 a 68 kg.
E’ un cane massiccio, dal corpo potente, molto muscoloso, ben coordinato nella sua azione. Ha il pelo doppio, impermeabile. Il pelo di copertura è di lunghezza media, dritto, il sottopelo è morbido e fitto, più denso in inverno che in estate, ma sempre presente in una certa misura sulla groppa e sulla pettorina. I cani terranova possono avere il pelo: nero, il più tradizionale; bianco e nero,  che è una varietà con un’importanza storica per la razza; marrone con, a volte,  delle macchie bianche sulla pettorina. Hanno le zampe grosse e palmate che gli consentono di nuotare con più efficacia. Il naso, meglio detto tartufo, segue la colorazione del pelo ed è di grandi dimensioni. Come molti molossidi ha la tendenza a sbavare. La coda ha la funzione di timone quando il cane nuota ed è forte e larga alla base. Quando il cane è in piedi la coda pende formando una leggera curva all’estremità. Quando è eccitato la coda viene portata dritta con una leggera curva verso l’alto.La razza è soprattutto famosa per la sua caratteristica di amare l'acqua. Dal punto di vista caratteriale è amichevole, infatti difficilmente reagisce con rabbia a una situazione a meno che non ci sia un reale pericolo per il padrone. In questa occasione fa valere la sua stazza e la sua potenza. È una razza che si affeziona moltissimo al proprio padrone. Il suo istinto al salvataggio è così forte che talora può salvare anche chi non ne ha bisogno. Cane delicato nei primi mesi di vita, ma molto robusto da adulto. Il carattere è tipico del tenerone.

 

 

Al momento di acquistare uno dei magnifici cuccioli di questa razza, dobbiamo pensare anche che si tratta di cani che hanno una crescita molto rapida e importante e che nel giro di un anno raggiungeranno un peso compreso tra i 40 e i 55 chili. È quindi indispensabile educare il cucciolo fin da quando entra in casa a obbedire, a camminare al guinzaglio in modo educato senza tirare e a rispettare le aree e gli oggetti proibiti. Il nostro piccolo orsacchiotto peloso tenterà infatti in tutti i modi di venire a dormire sul nostro letto, cosa da stroncare subito, perché quando il cane sarà cresciuto se salirà sul letto ci sarà ben poco spazio per noi. I Terranova hanno bisogno di formare un rapporto di reciproco affetto con il padrone e di sentirsi amati da tutta la famiglia. La loro sensibilità li porta a vivere come un’offesa un qualsiasi comportamento prepotente o nervoso nei loro confronti. Questo non significa che dobbiamo permettere al nostro Terranova di fare tutto quello che vuole. Al contrario, data anche la mole che raggiungerà da adulto, dobbiamo imporre delle regole ferree con amore, rispetto ma anche estrema fermezza.